Escursioni

Tre giorni nella splendida Val Maira

Itinerari imperdibili per scoprire una valle unica

1^ ESCURSIONE – 25 luglio : Giro ad anello attorno a Rocca Provenzale e Rocca Castello

Rocca Provenzale è senza ombra di dubbio uno dei simboli della Valle Maira. Un impressionante massiccio roccioso che domina Chiappera, l’ultima frazione dell’alta Val Maira.

L’itinerario è uno splendido anello che aggira il gruppo Provenzale/Castello, con vista privilegiata sulle cordate di rocciatori che si cimentano sulle loro pareti. Da segnalare anche, nella seconda parte del percorso, il panorama sulle cascate di Stroppia, le più alte d’Italia.

La partenza è dalla frazione di Chiappera, si risale un bel sentiero fino a raggiungere il panoramico colle Greguri (2.309 mt. s.l.m.) dove si trova anche un bunker, opera del Vallo Alpino.

Dal colle una stupenda discesa conduce in un vallone ampio e verdeggiante toccando Grange Collet e dopo Grange Ciarviera con vista sulle cascate di Stroppia. Continuando la discesa lungo la valle del Maurin si chiude l’anello raggiungendo il parcheggio nei pressi di Chiappera.

Punti di interesse – 1^ escursione

  • L’osservazione e aggiramento dell’imponente Rocca Provenzale e della Rocca Castello
  • Colle Greguri
  • Cascate di Stroppia

Info escursione – 1^ uscita

  • Dislivello in salita: 650 mt. circa
  • Difficoltà: 2,5 (vedi scala difficoltà)
  • Tempo di percorrenza: 4 ore (pause escluse), sviluppo 11 km circa
2^ ESCURSIONE – 26 luglio : Salita al rifugio Gardetta

Il rifugio Gardetta (2.335 mt. s.l.m.) si trova sull’altipiano della Gardetta, un magnifico anfiteatro naturale incastonato tra stupende cime dolomitiche tra cui Rocca la Meja, iconica vetta che rapisce lo sguardo.

La salita al rifugio parte da Viviere, poco sopra Pratorotondo, e si snoda lungo il Vallone di Unerzio.

Una sterrata conduce sotto alla conca erbosa di Prato Ciorliero e da qui, proseguendo su sentiero lungo il vallone, si intercettano usciti dal bosco numerosi monoblocchi in calcestruzzo, retaggio delle linee difensive del Vallo Alpino.

Dopo un’ultima risalita sul fianco del Bric Cassin, si giunge al Passo della Gardetta (2439 mt. s.l.m.), dal quale godiamo della splendida vista sull’Altopiano omonimo e su Rocca la Meja. Un ultimo tratto su strada sterrata conduce al Rifugio Gardetta (2.335 mt. s.l.m.).

Punti di interesse – 2^ escursione

  • Il Vallone di Unerzio
  • Passo e Rifugio Gardetta

Info escursione – 2^ uscita

  • Dislivello in salita: 730 mt. circa
  • Difficoltà: 2,5 (vedi scala difficoltà)
  • Tempo di percorrenza: 4 ore (pause escluse), sviluppo 8 km circa
3^ ESCURSIONE – 27 luglio : Giro dei sette passi

Il giro dei sette passi è un grandioso itinerario che permette di attraversare luoghi incontaminati di alta montagna superando ben sette valichi. E’ stata in passato una zona militare strategica e rappresenta uno dei paesaggi più affascinanti della Val Maira.

Ogni valico schiude la vista a nuovi panorami garantendo una camminata in ambienti unici e spettacolari.

Il punto di partenza è il rifugio Gardetta dove si è pernottato la sera precedente.

In sequenza, percorrendo ardite mulattiere in alta quota, si superano il Passo di Rocca Brancia (2.605 mt.), il Colle Oserot (2.641 mt.), il Passo la Croce Orientale (2.629 mt.), il Passo la Croce Occidentale (2.603 mt.), il Passo Peroni (2.583 mt.), il Colle della Scaletta (2.639 mt.) e il Passo dell’Escalon (2.450 mt.).

Scendendo dal Passo dell’Escalon si chiude l’anello iniziato il giorno precedente ritornando in zona Prato Ciorliero e infine raggiungendo nuovamente Viviere.

Punti di interesse – 3^ escursione

  • I sette passi in sequenza su sentieri e mulattiere in alta montagna
  • Panorami ineguagliabili su altopiano della Gardetta e la valle del laghi di Roburent

Info escursione – 3^ uscita

  • Dislivello in salita: 670 mt. circa
  • Difficoltà: 3 (vedi scala difficoltà)
  • Tempo di percorrenza: 5 ore (pause escluse), sviluppo 10 km circa

Punto e ora di ritrovo auto

  • I dettagli logistici relativi agli spostamenti in auto verranno comunicati in prossimità della prima escursione

Strutture di appoggio

  • Hotel in alta Val Maira per le notti del 24 e 25 luglio
  • Rifugio Gardetta per la notte del 26 luglio

Pranzo

  • Al sacco, possibilità di concordare il pranzo al sacco delle tre escursioni con le strutture ospitanti (Hotel/Rifugio)

Abbigliamento e attrezzatura

Scarponi da trekking (no scarpe da ginnastica), abbigliamento “a cipolla”, adatto a condizioni meteo variabili (giacca a vento, pile, guanti, berretto, calzettoni), occhiali da sole, crema solare, borraccia, bastoncini (facoltativi), una coperta\telo su cui sedersi per pranzare (facoltativo).

Costi (a persona per i tre giorni)  

  • 50 € per la Guida Naturalistica
  • 8 € per tessera (una tantum – valida fino al 31 agosto 2024)
  • 25 € bambini/ragazzi fino a 16 anni per tessera associativa (escursione gratuita se accompagnati da un genitore)
  • La mezza pensione all’hotel e al rifugio verrà pagata direttamente dall’escursionista alla struttura.

Pagamento anticipato

  • Tramite app Satispay (prima di procedere contattare telefonicamente o con messaggio Whatsapp il numero 335 8326494)
  • Tramite bonifico
    Beneficiario: Cammino Libero Associazione Sportiva Dilettantistica
    Banca: Intesa Sanpaolo
    IBAN: IT85W0306909606100000193328
    Causale: Attività istituzionale del…. (data escursione)

La quota include

  • Assicurazione RC (inclusa nella tessera associativa)
  • Accompagnamento
  • Organizzazione logistica

La quota esclude

  • Spese di viaggio e di soggiorno
  • Pasti
  • Spostamenti in loco e tutto ciò che non compare alla voce “la quota include”

Prenotazione

  • Il termine ultimo per l’adesione alla “3 giorni” verrà comunicato in base alle richieste delle strutture ospitanti. Verrà richiesta una caparra, importo e tempistiche da definire
  • Inviare email a: camminolibero1@gmail.com oppure
  • Compilare modulo in sezione “contatti” oppure
  • Messaggio WhatsApp a: 335 8326494 (Paolo) o 337 215405 (Ferruccio)

Note

L’escursione si svolgerà con un minimo di 5 partecipanti.
L’escursione sarà condotta da una Guida Escursionistica Ambientale riconosciuta dalla Regione Piemonte. La Guida si riserva comunque la facoltà di modificare l’itinerario, anche il giorno precedente l’escursione, in caso di previsioni meteo non idonee o pericoli oggettivi, previo avviso telefonico ai partecipanti.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *